Gli interessati possono contattarci allo 0882 per fissare un appuntamento con la nostra coordinatrice sanitaria La quale si occuperà, dopo una visita preliminare, di verificare i requisiti del soggetto richiedente ad un eventuale ingresso in R.S.S.A..

 

Una volta verificata positivamente l'idoneità all'immissione in R.S.S.A. l'interessato sarà guidato dall'assistente sociale la quale indicherà e supporterà i facenti richiesta nell'iter burocratico da seguire per ottenere l'autorizzazione necessaria all'ingresso nella nostra R.S.S.A Madre Teresa.

 



 

Di seguito riportiamo l'iter da seguire:

 

Ammissioni

 

Il primo passo per l'accesso ad una R.S.S.A. va fatto presso l'ufficio P.U.A. (Porta Unica di Accesso) del comune di residenza, nel caso questa non sia attiva, è possibile rivolgersi agli assistenti sociali del comune di residenza, questi assisteranno i richiedenti nella compilazione della SVAMA sociale; il secondo passo è quello di recarsi dal medico di medicina generale o dai servizi territoriali dell'ASL ovvero, in caso di dimissione dall'ospedale, dal Dirigente della divisione ospedaliera per la compilazione della SVAMA sanitaria, nel rispetto della volontà del paziente, ovvero in caso di incapacità di intendere e di volere dello stesso, da chi esercita la tutela o la curatela.

 

La domanda dovrà essere corredata dei sottoscritti documenti:

 

 

 

  1. scheda SVAMA Sanitaria, contenente le indicazioni delle situazioni patologiche o insufficienze funzionali in atto, quale preliminare valutazione monodimensionale a cura del medico di medicina generale (o del dirigente della divisione ospedaliera o del servizio territoriale);

  2. scheda SVAMA Sociale, quale preliminare valutazione monodimensionale a cura dell’assistente sociale del Comune o dell’Ambito territoriale di residenza;

  3. Impegnativa del medico di medicina generale;

  4. dichiarazione di impegno dell’assistito paziente o dei suoi familiari al pagamento della quota di retta a carico dell’ospite;

  5. modello ISEE;

  6. fotocopia tessera sanitaria, Codice fiscale, documento di identità.

    L'ammissione alla R.S.S.A. È subordinata all'esame e decisione dell'UVM (unità valutativa multidimensionale) previa valutazione del caso, da cui devono emergere, come fattori determinanti della scelta, il grado di non autosufficienza e l'impossibilità, anche temporanea, dell'utente ad usufruire di altre forme di assistenza, quali l'assistenza domiciliare o in strutture semiresidenziali, che ne consenta la permanenza al proprio domicilio.

 

Per ogni ospite l'U.V.M. Predispone il piano assistenziale individualizzato in cui sono fissati gli obiettivi graduabili in un arco variabile di tempo. Tale piano è suscettibile di revisione anche in dipendenza delle verifiche periodiche.

 

All'atto dell'ammissione ogni ospite dovrà indicare il proprio medico di base, il cui nominativo sarà annotato nella cartella personale, e consegnare eventuale documentazione medica in suo possesso, nonché prescrizioni riguardanti i dosaggi e posologie per terapie eventualemente in atto.

 

 

 

web design by shine graphic 3D